Condivisioni 0

L’infortunio di Ghoulam con conseguente spostamento a sinistra di Hysaj ha riaperto le porte del campo a un veterano dello spogliatoio di Sarri, che mai come nell’anno dell’assalto allo scudetto avrà bisogno dell’esperienza di Maggio.

RIMPIANTI SCALIGERI – E’ proprio dalla caccia al tricolore che comincia la chiacchierata del terzino a Radio Kiss Kiss. ”Ci vogliamo provare fino alla fine senza più nasconderci. Siamo consapevoli della nostra forza nonostante la mezza battuta d’arresto di Verona: è stata una partita strana figlia delle scorie lasciate dal City, che ci ha scaricati mentalmente impedendoci di andare a tutta. A proposito della Champions, crediamo nella qualificazione ma sarà dura: bisognerà vincere le prossime due gare e sperare nei risultati positivi sugli altri campi.” Dalla trappola Chievo a quella di Montella, prossimo avversario di un Napoli chiamato a difendere la vetta della classifica dal ritorno delle rivali. ”La vittoria sul Sassuolo ha ridato entusiasmo al Milan, da cui comunque ci si aspettava di più dopo queste prime giornate: il sostegno del San Paolo sarà fondamentale per battere i rossoneri.”

VIGILIA CON DUBBI – Contro l’undici meneghino mancherà sicuramente Ghoulam, una tegola pesante per lo spogliatoio azzurro e per lo stesso giocatore algerino, che però sta reagendo nel miglior modo possibile. ”Un infortunio del genere può essere devastante soprattutto nei primi mesi ma Faouzi è abbastanza tranquillo e sta lavorando per tornare presto.” L’ultimo argomento toccato dall’intervento di Maggio è il mondo delle Nazionali, tema quanto mai attuale alla vigilia di Svezia-Italia, partita in cui potrebbe non trovare spazio un asso del Napoli di Sarri. ”Insigne sta vivendo un momento incredibile ma le scelte spettano ovviamente a Ventura. Non voglio pensare a un Mondiale senza noi, per cui sono positivo pure per dare più senso a questa sosta che ha portato via tanti ragazzi da Castel Volturno: dispiace a tutti, in primis al mister – ammetto Maggio – ma è anche un attestato di forza per il nostro gruppo.”

PEPE OK – A proposito di Nazionali: arrivano buone notizie dal ritiro della Spagna, che oggi ha riaccolto in gruppo Reina, pienamente recuperato dopo i guai alla spalla che gli hanno impedito di difendere la porta del Napoli al Bentegodi. Musica per le orecchie di Sarri, che comunque ha potuto apprezzare l’affidabilità di Sepe, che ha scalzato Rafael dal ruolo di vice estremo difensore azzurro. Quotidiano.net

  • Sessa

    Fanno bene a credere allo scudetto,ma con un solo tiro in porta nell’arco di 90 minuti contro il Chievo la vedo dura…

    • symbian

      Sognare non costa nulla…..

    • Goldstein

      Adesso non esageriamo.
      Non abbiamo disputato la miglior partita contro il Chievo, ma abbiamo dominato per 90 minuti, 4-5 occasioni buone le abbiamo avute, soprattutto nel primo tempo.
      Le statistiche dicono 79% di possesso palla, 19 tiri contro 3 (di cui uno da metà campo)

  • Goldstein

    Tra i 150 nomi usciti finora, quello della “vecchia fiamma” Vrsaljko è il più interessante.

  • Andrea88

    Ieri ennesima vergogna arbitrale in Irlanda del Nord-Svizzera, assolutamente neanche inesistente, proprio inventato il rigore dato agli ospiti, a quanto pare gli irlandesi che siano del nord o del sud non devono andare ai mondiali, come dimenticare quel mani di Henry.

    Per fortuna che per qualcuno qui in Italia la moviola rovina il calcio.

    • Fra’ Papp0ne© – aka Prudenzio

      Strano, tutte le sedi del calcio mondiale sono in Svizzera.

      • forzanapoli978 compraci cavani

        Noi abbiamo jacqueline, quando inizieranno a darci rigori inesistenti?