Juventus forza tre. I bianconeri ripartono nel modo giusto: 3-0 al Chievo e terza vittoria consecutiva, pur senza brillare. Il cantiere, infatti, è ancora aperto. Il nuovo 4-3-3 necessita di ulteriori verifiche, Douglas Costa deve ancora trovare misure e concretezza e la manovra dovrà per forza crescere in qualità. Ma quando hai in casa Dybala tutto diventa tremendamente più facile. Per quasi un’ora, infatti, i campioni d’Italia (pur in vantaggio grazie all’autorete di Hetemaj) non convincono, poi Allegri inserisce l’argentino, torna al più collaudato 4-2-3-1 e la Juve cambia passo. Higuain e la Joya chiudono il discorso: ora sotto con Messi e la Champions League. Corriere.it