0 Condivisioni

Una partita a scacchi, con incastri che potrebbero, alla fine, fare felici tutti. Al momento non c’è ancora una trattativa fra Inter e Napoli per Arkadiusz Milik, ma, andando a guardare i pro e i contro di ogni parte in causa, si nota come ognuno abbia da guadagnarci. Innanzitutto l’interesse nerazzurro è noto e sta aumentando col passare delle settimane perché ad Antonio Conte manca un quarto attaccante di livello, un elemento che faccia le veci di Lukaku quando il belga avrà eventualmente un nuovo infortunio o avrà bisogno di tirare il fiato. Milik ha un’esigenza tecnica non indifferente visto che non avendo rinnovato il contratto in scadenza il 30 giugno 2021 con il club azzurro, da settembre è fuori rosa e se continuerà in questo status, perderà gli Europei del prossimo giugno. Il presidente Aurelio De Laurentiis, però, è un osso duro: il fatto che Milik non abbia rinnovato il contratto e abbia flirtato con la Juventus non gli è andata giù e dunque non farà sconti alle pretendenti, prendendosi così il rischio dell’arrivo a fine contratto. Il numero uno azzurro ha fatto comunque il prezzo: per cedere il suo attaccante chiederà qualcosa in meno di 20 milioni, ovvero 18.

Vecino

La soluzione più semplice sarebbe uno scambio diretto col Napoli, ma Vecino, il giocatore che gli azzurri avevano già corteggiato nei mesi scorsi, a gennaio sarà reduce da sei mesi di stop, oltre al fatto che il club campano a settembre ha portato alla corte di Gattuso un certo Bakayoko. Vecino continua a piacere al tecnico calabrese e quindi l’Inter un tentativo lo farà, ma non è così scontato che il Napoli accetti uno scambio alla pari, anche se l’uruguaiano ha il contratto fino al 2022, un ingaggio pari a quello percepito oggi da Milik a Napoli (2.5milioni) e una quotazione, per l’Inter, intorno ai 25. Ma c’è anche un’altra via, qualora non spuntassero nuove pedine da scambiarsi: Politano. Il Napoli ha preso l’attaccante dall’Inter lo scorso gennaio con la formula del prestito oneroso da 2 milioni per 18 mesi e riscatto obbligatorio fissato a 19 più 2 di bonus. Il riscatto scatterà a gennaio 2021, quando si aprirà il mercato e la somma che dovrà versare il Napoli all’Inter, corrisponde, di fatto, a quanto De Laurentiis chiede per Milik.

  • 💥 SKY. Ugolini: “Gattuso ha chiesto una svolta alla squadra”
    La ricreazione è finita. A comunicarlo alla squadra – a modo suo – nello spogliatoio del San Paolo, è stato Rino Gattuso. Prima ancora di sviluppare il concetto – con altri modi – davanti ai microfoni. La sconfitta con il Milan apre una fase molto delicata della stagione azzurra, che dovrà in tempi brevi prendere […]
  • ✍️ L’ANALISI. TMW: “Il Napoli ha tanti punti di forza ma non ha un vero vice Osimhen”
    Chi vincerà lo Scudetto? Mai come quest’anno, dopo otto giornate, il campionato sembra democratico, con tante squadre che possono ambire ai primissimi posti in classifica. TMW analizza quali possono essere i pro e i contro delle prime otto, divise da sei punti, in un far west che potrebbe finalmente regalare una Serie A vicina a […]
  • ⭕️ SCENARI. Rijeka e Roma, Gattuso spera di recuperare Ospina e Osimhen
    Il Napoli riparte per cercare di scacciare la brutta sconfitta contro il Milan in campionato e pensare all’Europa League. Gattuso spera di poter riavere per giovedì Ospina e Osimhen. Il primo era in panchina ieri sera per scelta precauzionale, ma oggi si è allenato ancora a parte per risolvere i suoi guai fisici. Osimhen invece continua ad avere problemi alla spalla e […]
  • 🏎 PISTA! Pistocchi: “Koulibaly senza Albiol ha perso una guida, Napoli poco attento”
    A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Maurizio Pistocchi, giornalista. “Napoli? Prestazione non è stata un granché, specie nei particolari. Il Napoli ha dominato con il possesso, ha fatto una buona partita nella completezza contro il Milan che si è difeso molto basso. Però ci sono state troppe imprecisioni, Koulibaly […]
  • 🟢 IL PUNTO. Zazzaroni: “Napoli discontinuo, il miglior Insigne è rimasto a Sarajevo”
    Ecco quanto scrive il direttore del Corriere dello Sport Ivan Zazzaroni nel suo editoriale del lunedì: «La personalità è quella cosa che se ce l’hai si vede e se non ce l’hai si vede di più. L’ho trovata sui social, deve averla scritta Ibrahimovic che anche prima di Napoli-Milan, giocando con il suo personaggio, aveva promesso di […]
Fonte:

Tuttosport

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.