8 Condivisioni

Lui l’aveva già percepito, aveva creduto nell’effetto Nazionale. Ed ha avuto ragione, Lorenzo Insigne, perché l’Italia gli ha restituito quello che sul piano tecnico e morale gli era stato tolto da un finale di stagione poco convincente. Gli sono bastati due gol, capolavori di classe pura, per riprendersi la scena, per costringere il pubblico dell’Allianz Stadium, a lui non certo favorevole, ad applaudirlo, perché l’azzurro indossato era diverso da quello del Napoli. Gli è bastato meno di una settimana, dunque, per imporsi nuovamente, per rivivere un’emozione che non ricordava da tempo: il finale di stagione l’ha vissuto tra campo e panchina, con poco entusiasmo. Gli sono bastati pochi giorni, però, per riaccendere l’interesse intorno a se e alimentare le indiscrezioni di mercato. Da Parigi, qualcosa si è mosso. Il Psg ha la necessità di ingaggiare un attaccante e starebbe pensando proprio all’esterno napoletano e della Nazionale: De Laurentiis lo valuta 100 milioni, da Parigi potrebbero arrivare a 70. Intanto, da Madrid, Florentino Perez ha ribadito il prezzo per cedere James Rodriguez: si parte da una base di 55 milioni di euro, poco trattabili. Gazzetta

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.