Condivisioni 9

Ecco quanto scrive l’inviato di Repubblica a Dimaro Marco Azzi

===

Duecento tifosi hanno accolto il Napoli al suo arrivo nel ritiro di Dimaro-Folgarida, la località della Val di Sole che per l’ottava stagione di fila ospita da oggi (e fino al 30 luglio) la preparazione estiva degli azzurri. Si faranno attendere un po’ i sei reduci dal Mondiale in Russia, che hanno iniziato in ritardo le vacanze e raggiungeranno strada facendo i loro compagni. Ma c’è lo stesso tanta curiosità per il debutto dei nuovi acquisti (Fabian Ruiz, Verdi, Meret, Inglese, Karnezis e Ciciretti) e, soprattutto, per l’attesissima partenza della nuova gestione tecnica, affidata da Aurelio De Laurentiis a uno degli allenatori più titolati del mondo, Carlo Ancelotti.

Domani è prevista la sua presentazione ufficiale, a cui dovrebbe assistere pure il presidente. Nel frattempo, però, l’illustre successore di Maurizio Sarri ha già catalizzato l’attenzione generale nel corso della prima seduta di lavoro pomeridiana, che si è svolta al campo di Carciato. Per Hamsik e compagni è prevista una partenza sprint, visto che sabato si giocherà subito l’amichevole con il Gozzano, formazione di Serie C. Il test prenderà il posto (dopo il forfait del Pisa) del triangolare che era stato inserito nel programma.

Dimaro, l’arrivo di mister Ancelotti: acclamato dai tifosi

Ancelotti ha fretta di valutare l’organico a sua disposizione, anche in vista di nuovi e probabili interventi sul mercato. Arriverà sicuramente un esterno difensivo, con due piste calde che portano a Darmian e all’austriaco Lainer. Molto dipenderà anche dalle condizioni fisiche di Ghoulam, che sta ancora recuperando dopo i gravi infortuni alle ginocchia (rottura del legamento crociato e poi della rotula) della scorsa stagione. Ma i tifosi sognano un “colpo” specialmente in attacco, con i nomi di Benzema e Cavani che continuano a spopolare sui social.

Il primo nodo da sciogliere riguarda tuttavia la sorte di Sarri, che nei prossimi giorni dovrebbe finalmente essere liberato dal Napoli e non vede l’ora di accordarsi con il Chelsea. L’operazione scatenerebbe, nel caso di accordo tra le parti, scatenerà infatti un effetto domino e sbloccherà pure la cessione di Jorginho, conteso tra i Blues e il Manchester City di Pep Guardiola. Il regista non è stato convocato dal club azzurro per il ritiro a Dimaro e il suo arrivo in Italia previsto in queste ore è il segnale che qualcosa si muove. Si avvicina il momento della svolta. Foto Sscnapoli Twitter

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.