0 Condivisioni

Quella in programma alle 16:30 è soltanto un’amichevole, ma quando di mezzo c’è il Bayern Monaco il dovere assoluto, anche se si tratta di mero calcio d’estate, è evitare brutte figure: ecco che quindi Luciano Spalletti studia con cura la formazione con cui schierare il suo Napoli, alle prese con una limitata gamma di scelta all’altezza della mediana.

Chance per Lobotka

Con Demme fuori causa (per lui il rientro è fissato per ottobre inoltrato), Fabian Ruiz ancora in vacanza e in generale la lacuna lasciata dall’addio di Bakayoko, a centrocampo le scelte del tecnico toscano sono ridotte all’osso. La prima mossa di Spalletti sarà verosimilmente accantonare momentaneamente il 4-2-3-1 e affidarsi a un 4-3-3 che in fondo rientra nella gamma dei moduli ‘fluidi’ progettati per il Napoli, che da adesso in poi dovrà essere più elastico in tal senso. In cabina di regia ci andrà giocoforza Lobotka, che in questa fase sarà chiamato a far ricredere chi è ancora scettico sul suo conto: tanti, per la verità, di cui presumibilmente qualcuno anche in seno alla società. Insomma, in piena era di spending review risulta difficile immaginarsi un Aurelio De Laurentiis felice di aver sborsato 24 milioni per colui che di fatto sarebbe diventato la riserva delle riserve del centrocampo azzurro, reparto che contro il Bayern sarà completato da Elmas e Zielinski: per quest’ultimo, dopo le ottime prove sulla trequarti, una sorta di ritorno alle origini e in generale una testimonianza dell’ormai nota duttilità tattica che ne fanno un oggetto pregiato sul mercato.

Esame per Osimhen e Ounas

 
Il resto della formazione, alla luce di chi è già presente in rosa e chi invece deve ancora rientrare dalle vacanze, è presto fatta: tra i pali ci sarà Contini, protetto dalla coppia centrale composta da Koulibaly e Rrahmani. Un’altra nota dolente dell’attuale roster azzurro è la gamma dei terzini, ridotta all’osso da addii e mancati acquisti: un po’ il tormentone finora del mercato del Napoli, che sulle corsie basse vedrà schierati Mario Rui a sinistra e Malcuit a destra. Il fulcro dell’attacco sarà un Osimhen apparso in ottima forma in quel di Dimaro: per lui con il Bayern, al netto del contesto amichevole e delle assenze presenti anche tra i tedeschi, un esame di maturità in quella che sarà la stagione della verità sul suo conto. Ad assistere il nigeriano Politano e Ounas: quest’ultimo si gioca forse l’ultima chance per far ricredere Spalletti, che al momento ha dato il via libera alla sua cessione. QUOTIDIANO.NET

  • 👩‍🦲LA DIFFERENZA. Spalletti molto più sereno di Allegri
    “Se Allegri sembra aver perso la sua proverbiale tranquillità durante i due anni sabbatici, si può dire l’opposto per Luciano da Certaldo: il riposo ha restituito al calcio italiano un uomo più sereno, liberato dalle tossine accumulate in precedenza nella Capitale e a Milano, nella Roma e nell’Inter”. Scrive così del tecnico del Napoli l’edizione odierna di Libero, […]
  • 🤞PRIMO POSTO. I tifosi con il freno a mano tirato
    Napoli ha mille facce: provare a condensarle, prendendo qui e lì, non è un esercizio utile alla città. Sull’edizione odierna della Gazzetta dello Sport si parla del momento vissuto dalla città: “Che si è risvegliata da sola in testa alla classifica, e non è poco perché qui il calcio resta qualcosa di molto importante. Ma nessuno […]
  • 👌CDM. Demme verso il recupero
    Diego Demme potrebbe tornare a disposizione per la sfida alla Fiorentina il 3 ottobre. Lo scrive l’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno: “Meret è già rientrato in panchina ad Udine, avanza anche il recupero di Demme. Da una settimana Diego realizza quasi tutti gli allenamenti in gruppo, nelle ultime due sedute ha partecipato anche alla partitina. La sensazione […]
  • ✅ MAGIC BOX. Zola: “Questo Napoli è più completo di quello di Sarri”
    Gianfranco Zola intervistato dalla Gazzetta dello Sport.  È l’anno buono per la squadra di Luciano Spalletti? “Non voglio sembrare troppo cauto, bisogna pensare che siamo solo alla quarta giornata, ma il Napoli sta dando segnali di grande forza e qualità. La prova contro l’Udinese è stata impressionante non solo nel risultato, ma anche nella gestione […]
  • 💢 FOCUS. La Gazzetta esalta Spalletti: “Ha creato un collettivo che gioca a memoria”
    Ecco quanto scrive la Gazzetta dello Sport: “Luciano Spalletti sta lavorando a un collettivo che mette insieme la qualità e la fisicità, due elementi che contribuiscono a tenerlo lassù, in vetta alla classifica. Pare che tutto funzioni. Certo le sbavature non mancano, ma non si può pretendere la perfezione. Intanto, però, il Napoli gioca a […]