Condivisioni 0

È durata tre minuti la resistenza del Torino di Sinisa Mihajlovic: con superficialità su un corner allo start subisce gol da Koulibaly che ci ha preso gusto quest’anno. È il sesto gol di testa degli azzurri in campionato. Miha invece di contrastare Sarri con uomini fisici (Obi, Acquah e Barreca) ci prova con i ‘pesi piuma’ Berenguer reduce dal gol a Roma contro la Lazio e l’ex Napoli Valdifiori regalando primo tempo e partita ai partenopei che dominano l’incontro e tornano in testa al campionato dopo le settimane nebulose.
La partita è in discesa sin dall’inizio, aperta da KK, chiusa da Zielinski e sepolta da Hamsik che finalmente ritrova il gol e che gol il suo 115esimo con la maglia azzurra.
Torna Hamsik al gol, ed anche Belotti nella ripresa che sfrutta una disattenzione della difesa e di Reina per il gol della bandiera.
Il Napoli è in testa al campionato dopo 17 giornate di campionato. Juventus, Inter e Roma sono tutte alle spalle ad una settimana dal Natale.
Il Napoli a Torino riprende ossigeno e certezze smarrite. Sembra aver rigenerato condizione fisica e mentale nell’ultima settimana priva di impegni.
La lotta allo scudetto verrà decisa sicuramente dagli scontri diretti, ma anche da queste gare con avversari medi e pericolosi che creano vere e proprie trappole per le big del torneo.
Oggi, uno di questi match è costato carissimo all’Inter che perde la prima in campionato contro l’Udinese di Oddo.
La costanza sarà l’ingrediente fondamentale per poter crederci fino alla fine.

  • robertoLEONEda tastiera

    Volendo essere razionale, mi chiedo ma perchè dovremmo vincere lo scudetto?
    Se la Iuve compra giocatori dal Real, Roma, Napoli, Bayern e noi compriamo dal Carpi, dall’ Empoli, dal Chievo e ben che vada dal Marsiglia….siamo soltanto dei presuntuosi nel pretendere lo scudetto.

    A gennaio se vuoi veramente cambiare il corso della storia prendi dall’estero giocatori di squadre di primissima fascia …e poi allora vediamo

    • Prudenzio MINOLLO da tastiera

      Io non pretendo niente, solo mi sono stufato di arrivare secondo.

    • AntonioMarano

      Scusami, ma se vai al ristorante e ti fanno spendere 300 euro a testa, è normale che puoi pretendere di mangiare bene ed avere un grandissimo servizio. Se ne spendi 100, allora pretendi di mangiare bene ma con un servizio inferiore a quello che ne spende 300. Se ne spendi 50, puoi mangiare bene. Se ne spendi 25, puoi sperare di mangiare bene. Se ne spendi 10, siediti e non rompere il OZZAC.
      Il calcio è una competizione e non una scelta, non sta a te ed alla tua tasca decidere quanto mangiare, dove farlo e come farlo. E’ una corsa a chi trova il tavolo migliore e naturalmente lo fa chi ha i mezzi migliori.
      Confondi i ruoli, ma credo ti serva per spronare una discussione morta e senza senso.
      La pretesa nel calcio è come l’aragosta nel latte e caffè, roba per ricchi che non conoscono il sacrificio, il gusto e naturalmente la possibilità di buttare l’aragosta.

  • robertoLEONEda tastiera

    oggi la Iuve ha vinto, Dela ha fatto un’ altra cena di natale. Non c’è che dire è un gran tifoso ….delle altre squadre

  • Martino Spuntino

    Se si dovesse saltare la cena ogni volta che la Ndranghetus vince, saremmo tutti molto magri

  • Umberto

    Roberto
    Di fatti noi non siamo affatto favoriti
    Il Napoli è una bella squadra spessissimo, talvolta la più bella d’Europa… grazie a Sarri.
    È per lunghi tratti una buona squadra:
    nel rapporto efficienza/qualità complessiva …grazie all’impegno dei ragazzi, a quello dello staff sanitario ed innanzitutto a … Sarri;
    Ma NON è una grande squadra rispetto alla concorrenza al vertice del Calcio italiano, per la pochezza dei mezzi conferiti dalla società e/o per la pochezza della statura dei proprietari e degli organi della società
    Del resto questi abbiamo e alle viste non appaiono alternative.
    Credere di essere favoriti, nonostante la migliore posizione in classifica, e’ da illusi.
    Dati questi presupposti il Napoli, nel suo complesso, di imprese sportive clamorose già ne ha fatte non poche nel vincere il campionato d’inverno due stagioni fa, nel vincere il girone di ritorno l’anno scorso, e nello stare da soli in testa oggi.
    Vincere titoli veri… sarebbe miracoloso.
    Quindi non si parli di squadra più forte, da battere o favorita.
    È un’assurdità asserita da chi ci vuol vedere perdere illudendo …i feffi

  • Martino Spuntino

    Se uno è così scemo (o in malafede) da scrivere che siamo favoriti per lo scudetto sono fatti suoi.
    Senza ulteriori incidenti di percorso direi che possiamo aspirare al podio, giocandoci il secondo posto con la Roma. Poi la palla è rotonda e si potrebbe finire quarti … o primi. Ma le probabilità sono basse.

    • AntonioMarano

      Sono gli stessi che credevano nel Milan avanti al Napoli.

  • Prudenzio MINOLLO da tastiera

    Lazio -9… E ADL gongola…

    GIVE ME FOUR!!!

    • la verità è che ormai ADL guarda più ai risultati della Lazio che ai nostri …. daltronde la vita è una questione di priorità