Condivisioni 0

Lo scenario internazionale può mostrare alcuni limiti di una squadra che domina la serie A italiana. Soprattutto quando vai a scontrarti con le migliori big europee. Il Napoli perde a Manchester contro il City, perde ancora in Europa. Qui la corsa allo scudetto c’entra davvero poco. Il City gioca come il Napoli con più chili, centimetri e velocità. Sono più forti.

Vincono loro. Prima Sterling poi Jesus, 2-0 per gli uomini di Guardiola nel primo tempo. Sarri va ko ed accorcia le distanze con un rigore di Diawara.

Due gol, una traversa pazzesca e un salvataggio sulla linea contro una occasione azzurra: il rigore fallito da Mertens. Non è serata all’Etihad. Non è serata per Mertens che sbaglia il penalty ed un contropiede importante nel secondo tempo.

Caro Sarri, palleggiare in faccia a questi è impossibile. Solo portandosi un altro pallone: quello della gara resta a loro. Poi se abbassano il ritmo, sono convinti di vincere senza lottare fino alla fine, gli uomini di Pep hanno sbagliato a farsi i conti.

Il Napoli subisce i colpi degli inglesi nel primo tempo, reagisce nella ripresa mettendo in difficoltà De Bruyne e compagni sfiorando più volte la clamorosa rimonta. Il City si è dimostrato forte ma non maturo, convinto di portare il risultato a casa con il minimo sforzo. Da una vittoria schiacciante ad un clamoroso pareggio basta un attimo.

Manchester in testa con 9 punti, il Donetsk vince in Olanda ed è secondo a 6 punti, gli azzurri a 3 punti, al terzo posto cercheranno di sfruttare il fattore casalingo con i prossimi match. Testa all’Inter, per la Champions ci vuole qualcosa in più.

GIUSEPPE LIBERTINO

  • soleblu

    Diverse critiche all’indirizzo del tecnico, che ha optato ancora una volta per il centrocampo impiegato (e bocciato) nella trasferta ucraina contro lo Shakhtar Donetsk. Zielinski, Diawara e Hamsik non hanno riservato la solita brillantezza alla manovra azzurra, ma a risentirne è stato anche l’attacco. Con Dries Mertens in primis, in quanto le statistiche lo condannano: solo 18 palle giocate con ben sei errori, tra cui il rigore parato da Ederson. Anche meno di Pepe Reina, che ha giocato 24 palloni.(Fonte TMW)

    • Prudenzio©-Capo dei DISTURBATI

      Sara’ fonte ADL, non TMW.

  • Andrea88

    Buongiorno a tutti. La partita di ieri mi ha fatto capire un po’ di cose.
    La prima è che in questa squadra ci sono 5 imprescindibili e sono : la coppia Albiol-Koulibaly che nonostante qualche errore hanno tenuto in piedi la baracca, se avesse giocato Maksimovic o Chiriches credo che nel primo tempo saremmo sprofondati letteralmente. Ghoulam ormai a tutti gli effetti top player del ruolo (anche se sempre inferiore a Montoya ovviamente) e infine Insigne e Mertens ; il primo è stato l’unico a giocare con sfrontatezza anche nella prima mezz’ora mentre il secondo quando non gira non solo perdiamo il 50% del potenziale in attacco ma soprattutto non ha più un sostituto quindi la situazione è molto grave.
    Non me ne vogliano Callejon ed Hamsik ma sinceramente non è la prima che in queste partite spariscono, in certe partite palesano dei grossi limiti a mio avviso.
    Allan in questo momento è nettamente il miglior azzurro, ma il Napoli può e deve giocare bene anche senza di lui ecco perché non l’ho messo fra gli imprescindibili.
    Reina mi sembra in ripresa mentre Hjsay ha dimostrato che facevamo bene a chiedere con insistenza un terzino anche migliore dell’albanese.
    E qui veniamo all’altra considerazione, ossia il voto 0 ad ADL, MERITATISSIMO.
    Sabato se Insigne non dovesse farcela è l’unico che meriterebbe una eventuale sconfitta.

    • Prudenzio©-Capo dei DISTURBATI

      -273 gradi Kelvin il voto del ”presidentissimo”. Ieri sera pluriinquadrato nella triade, Grazia (Jacqueline), Graziello (Edo) e Grazie al ca**o.

  • per la partita di ritorno prevedo un’altra partita bella e difficile …….. da un lato avremo il San Paolo dalla nostra e penso anche una maggiore sfrontatezza, dall’altro i loro giocatori ci hanno dimostrato che nelle ripartenze possono essere micidiali quindi la partita andrà interpretata bene …
    me la voglio proprio godere

  • una cosa mi ha colpito di ieri sera ….. il secondo rigore del Napoli …..
    Mertens non se l’è sentita, però è anche giusto che chi ha sbagliato il primo non abbia per forza l’arroganza di voler battere a tutti i costi il secondo
    Diawara ha avuto le p.all.e di andare a prendersi il pallone per batterlo
    io l’avrei fatto battere a Ghoulam che si meritava di segnare per la prestazione fatta
    Hamsik è il vero assente, da capitano dopo l’errore di Mertens, doveva prendersi lui l’onere di batterlo anche se non conosco le gerarchie di tiro sui rigori ….

  • Andrea88

    Comunque fra mercoledì e domenica prossima con Genoa e Sassuolo vorrei vedere in campo Mario Rui, Chiriches o Maksimovic, Rog e Ounas.