Condivisioni 0

see url  «Stavolta, nell’insalatiera, ci finisce il timore, il sospetto, il retropensiero che stia per arrivare il mal di pancia. È successo, eccome. A Zlatan Ibrahimovic e poi è capitato a Paul Pogba e recentemente a Gigio Donnarumma. Tutti esponenti di un “casato”, la Raiola dinasty, nel quale Lorenzo Insigne, a meno di “giuridiche” sorprese, entrerà nella primavera del 2019. Il 14 aprile per l’esattezza, quando scadrà il mandato dei suoi agenti d’infanzia – Antonio Ottaiano, Fabio Andreotti e Franco Della Monica, la Doa management – altrimenti da liquidare in anticipo e dietro una penale che più robusta non si può». Leggiamo ancora sul Corriere dello SPORT : «Le domande, a quel punto, nascono spontanee, ben al di là del contesto generale, delle dinamiche che scatenano gli episodi, delle scariche elettriche di tensione d’una partita. Se quel gesto fosse «soltanto» il primo inquietante segnale di un malessere che sta germogliando in uno scugnizzo, al quale viene concesso di intravedere (?) palcoscenici ulteriormente prestigiosi e poi lontani dallo stress di una vita da profeta in patria?».

LASCIA UN COMMENTO